Il vostro browser non è aggiornato!

Aggiorna il vostro browser per visualizzare correttamente questo sito web.

Disclaimer
Per continuare, seleziona il tuo domicilio e il tipo di investitore. A seconda del suo domicilio e del tipo di investitore, può avere un accesso completo o limitato alle informazioni per motivi legali.

I clienti privati sono considerati clienti ai sensi dell'art. 4 comma 2 FIDLEG

I clienti professionali/istituzionali sono clienti ai sensi dell'art. 4 cpv. 3-5 e dell'art. 5 cpv. 1 e 3- 4 FIDLEG nonché dell'art. 10 cpv. 3 e 3ter CISA in combinazione con l'art. 6a OICol. Art. 6a CISO

NOTE IMPORTANTI

GENERALE

Utilizzando il sito web www.bbbiotech.com, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato le importanti avvertenze generali della BB Biotech AG e i seguenti termini e condizioni. Questi sono soggetti a modifiche in qualsiasi momento senza preavviso e l'uso di alcuni o tutti i siti Internet può essere limitato o terminato.

L'accesso e l'utilizzo del sito Internet da parte dell'utente e le presenti condizioni legali sono regolati dal diritto svizzero.

NESSUNA RACCOMANDAZIONE O OFFERTA DI SOTTOSCRIZIONE (O ACQUISTO) O RISCATTO (O VENDITA)

I prodotti menzionati su questo sito non sono adatti a tutti gli investitori. Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono una consulenza finanziaria, legale, fiscale e/o di altro tipo. Le decisioni di investimento o di altro tipo non dovrebbero essere prese esclusivamente sulla base di questo documento. In particolare, non dovreste effettuare alcun investimento prima di aver letto il contratto o il prospetto del fondo in questione, le relazioni annuali e semestrali, l'atto costitutivo (se applicabile) e qualsiasi altro documento richiesto dalla legge o dai regolamenti locali nelle giurisdizioni o nei paesi in cui il fondo d'investimento in questione è autorizzato o permesso di essere offerto o venduto al pubblico.

Al fine di determinare se un investimento in quote di un particolare prodotto soddisfa le vostre esigenze specifiche e le vostre considerazioni sul rischio, vi consigliamo di contattare un consulente finanziario indipendente. Inoltre, vi consigliamo di consultare un consulente fiscale indipendente per ottenere informazioni sulle norme fiscali nella vostra giurisdizione associate a uno specifico investimento alla luce della vostra situazione personale. In particolare, i trattati fiscali dipendono dalle circostanze individuali e sono soggetti a cambiamenti.

In particolare, per gli investitori del Regno Unito, la protezione degli investitori ai sensi del Financial Services Compensation Scheme non si applica agli investimenti in questi fondi.

Performance

La performance passata non è un'indicazione o una garanzia della performance futura delle attività. Il valore degli investimenti può fluttuare e gli investitori potrebbero non recuperare l'intero importo investito. I dati di performance sono calcolati senza tenere conto delle commissioni e dei costi sostenuti a seguito di sottoscrizioni e riscatti. Questi costi hanno un impatto negativo sulle prestazioni. Le fluttuazioni dei tassi di cambio possono anche aumentare o diminuire il valore di un investimento.

Protezione dei dati

Accedendo a questo sito web, l'utente accetta l'informativa sulla privacy. Se non siete d'accordo con questa dichiarazione, vi preghiamo di non accedere ad altre pagine di questo sito web. Questa dichiarazione può essere aggiornata in qualsiasi momento. Vi raccomandiamo quindi di controllarlo regolarmente.

Conferma

Cliccando su "Accetta" accetti i termini e le condizioni legali. 

Terapie a RNA 

Le terapie basate sull’RNA funzionano come un software biologico che blocca la produzione di proteine responsabili della malattia attraverso un meccanismo genetico di ricerca ed eliminazione. I principi attivi prendono di mira l’RNA, ossia la fabbrica endocellulare che fornisce istruzioni alle cellule umane per formare e assemblare le proteine. Fondamentale per le tecnologie a RNA è che il filamento di acidi nucleici che costituisce la base molecolare del medicamento corrisponda esattamente all’RNA che porta le istruzioni per la rispettiva proteina. Per garantire che queste istruzioni dell’RNA siano cancellate solo nelle cellule che producono la proteina responsabile della malattia, le sostanze vengono legate in alcuni casi a una molecola aggiuntiva che guida il filamento di acidi nucleici verso la cellula bersaglio. 

Una volta che il principio attivo ha trovato la cellula giusta, penetra in essa e si installa automaticamente. Successivamente, il medicamento può cancellare senza interruzione le corrispondenti istruzioni dell’RNA per un periodo di mesi. Le terapie a RNA sono solitamente formulate come iniezioni. Poiché l’effetto dei medicamenti finora omologati dura a lungo, vengono somministrati a intervalli di diversi mesi.

I primi medicamenti a base di RNA omologati ricorrono a due diversi meccanismi d’azione per sopprimere l’utilizzo di un gene specifico per la formazione di proteine (espressione). Nella tecnologia antisense vengono utilizzati acidi nucleici a singolo filamento a catena corta, i cosiddetti oligonucleotidi antisenso, per identificare e sopprimere l’espressione di una proteina rilevante per la malattia. Tra i pionieri di queste tecnologie c’è la società biotecnologica statunitense Ionis Pharmaceuticals, che da anni è una delle partecipazioni principali nel portafoglio di BB Biotech.

Lo «small interfering RNA» (piccolo RNA interferente), in breve «siRNA», è costituito da molecole di RNA a doppio filamento che arrestano la formazione e, quindi, la funzione di proteine specifiche. Alnylam Pharmaceuticals, la nostra partecipazione di lunga data, si è affermata come pioniere in questo settore e ha lanciato sul mercato quattro prodotti contro altrettante malattie ereditarie rare.

L’utilizzo del cosiddetto RNA messaggero (in breve «mRNA») come RNA terapeutico ha invece l’obiettivo di produrre determinate proteine in modo mirato. La grande svolta commerciale della tecnologia a mRNA è stata raggiunta con lo sviluppo e l’omologazione dei vaccini anti-COVID-19 in meno di un anno. In questo caso il sistema immunitario viene allenato a riconoscere proteine virali specifiche e ad attuare misure endogene di protezione dell’organismo.

Grazie al loro profilo di efficacia e tollerabilità elevate, i due vaccini anti-COVID-19 sviluppati da Moderna e Pfizer/BionNTech si sono affermati come vaccini leader nel contenimento della pandemia da coronavirus. Moderna sta tra l’altro testando in studi clinici altri dieci vaccini a mRNA contro diverse malattie infettive come l’influenza e le affezioni causate dal virus respiratorio sinciziale (RSV) e dal citomegalovirus. Un totale di sette medicamenti basati sulla tecnologia antisenso e a siRNA hanno finora ricevuto l’omologazione per l’immissione in commercio. Questi prodotti vengono utilizzati contro diverse malattie rare. Si tratta di malattie in cui una carenza o un difetto genetico di determinati enzimi o proteine porta a danni per la salute gravi e spesso potenzialmente fatali. Si stima che in tutto il mondo esistano fino a 8000 cosiddette «malattie orfane». A seconda della malattia, ne sono colpite da alcune centinaia a diverse decine di migliaia di persone.

L’omologazione per l’immissione in commercio dei vaccini anti-COVID-19 ha avviato la transizione verso una nuova fase di mercato in cui lo spettro di applicazioni dei medicamenti a base di RNA si espanderà ad aree cliniche le cui malattie interessano un maggior numero di pazienti. Tra questi rientrano i medicamenti contro le malattie cardiovascolari che abbassano il livello di colesterolo o riducono le conseguenze degli infarti cardiaci, ma anche quelli contro le malattie metaboliche o le fibrosi d’organo. Un altro campo sono le terapie antitumorali a mRNA. In questo caso viene istruito il sistema immunitario in modo che riconosca le cellule tumorali nel corpo. La particolare superficie di tali cellule differisce in parte da persona a persona. Con l’aiuto di un mRNA adattato individualmente, l’organismo può imparare a riconoscere il proprio tumore per poi distruggerlo prima che si diffonda.