Strategia di investimento

BB Biotech investe in aziende biotecnologiche attive nello sviluppo di farmaci innovativi, ovvero in un segmento di mercato caratterizzato da forti tassi di crescita.  L’accento è posto su società i cui prodotti si rivolgono a un fabbisogno medico non soddisfatto e che dispongono quindi del potenziale per conseguire livelli di crescita di fatturato e utile decisamente superiori alla media. Oltre a società redditizie a elevata capitalizzazione, l’asset allocation è imperniata in misura sempre maggiore su aziende promettenti del segmento small & mid cap. 

Il team d’investimento si concentra non solo su ambiti  affermati come oncologia, malattie rare e indicazioni neurologiche bensì anche sulle tecnologie del futuro, destinate a offrire con buona probabilità approcci farmacologici innovativi a fronte di profili terapeutici e vantaggi economici estremamente promettenti. Rientrano in questo  novero tecnologie come le piattaforme RNA o le terapie cellulari o geniche. Viene perseguito come obiettivo un rendimento complessivo del 15% p.a. su un orizzonte temporale di medio-lungo termine.

Le classi d’investimento su cui BB Biotech può operare comprendono allocazioni dirette in azioni di società quotate, partecipazioni in aziende private, obbligazioni societarie e opzioni. Alla luce delle considerazioni di liquidità e di rischio/rendimento, BB Biotech alloca il proprio capitale quasi esclusivamente in strumenti azionari. Almeno il 90% del valore delle partecipazioni è costituito da società quotate in borsa. BB Biotech detiene sempre più del 50% del patrimonio in partecipazioni. Le obbligazioni costituiscono un’alternativa soprattutto in situazioni di mercati azionari fortemente negativi. Le operazioni su opzioni vengono  effettuate in modo opportunistico sulle azioni delle  società in portafoglio, oppure possono essere utilizzate per finalità di copertura valutaria.

Processo d’investimento di tipo bottom-up basato sui fondamentali

La selezione delle partecipazioni avviene in base a un approfondito processo di due diligence su più livelli. Un nostro principio irremovibile è infatti quello di comprendere ogni aspetto delle società in portafoglio. Prima di effettuare un investimento, il team analizza in dettaglio i parametri finanziari e verifica fattori quali il rispettivo contesto concorrenziale, la pipeline di sviluppo, il portafoglio di brevetti e la percezione di prodotti e servizi da parte dei clienti finali. Una notevole importanza viene attribuita anche a un contatto assiduo con il management delle società target degli investimenti. Siamo infatti convinti che risultati eccellenti possano essere conseguiti soltanto sotto la guida di una dirigenza altamente qualificata.

Ai fini della selezione delle posizioni in portafoglio, BB Biotech fa affidamento sulla pluriennale esperienza del proprio prestigioso CdA e sull’analisi fondamentale condotta dall’esperto team di gestione del Gruppo Bellevue Asset Management. BB Biotech ricorre inoltre a una rete internazionale ampia e diversificata composta da medici e specialisti nei singoli settori terapeutici. Nella fattispecie, per ogni partecipazione il team allestisce un modello finanziario dettagliato che deve rappresentare in modo convincente il potenziale di raddoppio del valore in un arco temporale di quattro anni. A tale riguardo, il team non segue un benchmark predefinito, bensì fonda il proprio operato sulle proprie convinzioni. Il potenziale di performance si basa di norma su fattori quali forza innovativa, nuovi prodotti per la cura di gravi malattie e un management eccellente. Nell’ ambito di un processo coerente e rigoroso di gestione del  rischio viene costantemente verificata la validità degli argomenti d’investimento, attuando di conseguenza gli opportuni provvedimenti.

Portafoglio indipendente da benchmark con chiari accenti strategici

Il portafoglio di BB Biotech AG è costituito di norma da 20 fino a un massimo di 35 aziende biotecnologiche, con un mix tra titoli affermati a elevata capitalizzazione e aziende a piccola e media capitalizzazione. Le singole posizioni sono ponderate in funzione del loro profilo di rischio/rendimento, tuttavia fino a un massimo del 25%. Le partecipazioni minori comprendono aziende biotech innovative, dotate di pipeline con prodotti molto promettenti. Sotto il profilo geografico, il mercato statunitense si distingue per la sua forza innovativa particolarmente marcata, e tale  circostanza trova ovviamente espressione nel portafoglio. Questa dinamica viene favorita tra l’altro da elementi  quali solidi centri di ricerca, condizioni quadro normative favorevoli all’industria e molteplici possibilità di finanziamento. 

Concetto di Curva S

Ai nuovi investimenti in società a piccola e media capitalizazione viene attribuita una ponderazione compresa tra lo 0.5% fino a un massimo del 4%, in modo da tenere in debita considerazione non solo il potenziale di rendimento ma  anche il rischio di sviluppo. Come società di partecipazioni,  BB Biotech dispone della flessibilità tecnico-finanziaria per accrescere nettamente la ponderazione in portafoglio  a seguito di un incremento di valore sull’arco dell’orizzonte temporale. A seguito di sviluppi operativi favorevoli, quali studi di Fase III positivi, autorizzazioni sul versante normativo, una commercializzazione di successo del prodotto e il raggiungimento di utili cospicui e sostenibili, nel tempo queste partecipazioni possono infatti svilupparsi in top holding. Le posizioni e i rispettivi parametri di valutazione e di potenziale di crescita sono analizzati in via continuativa ed eventualmente ridotti di conseguenza.